A MERENDA CON FOSCA#5BARBABLÙ
Installazione performativa a tema letterario per bambini e non
da 5 anni, merenda inclusa

  • - CreditsTesto: Barbablù Nella trascrizione di Charles Perrault, e nella traduzione di Carlo Collodi
    Ideazione: Caterina Poggesi
    Cura: Cristina Abati, Katiuscia Favilli
    In scena: Cristina Abati, Carlo Salvador, Silvia Sieni
    Contrabbasso: Tobia Fasoli
    Costumi e oggetti: Anna Primi/Crealab
    Produzione: FOSCA
  • - InformazioniSABATO 23 SETTEMBRE - H 16
    CAOS Sala Carroponte
    Durata: 60’
    Tariffa: M
  • - Linkfosca.net
Condividi

Ogni volta, un soggetto letterario diverso fa da traccia all’installazione.
Lo spazio – una piazza, un bosco, un giardino, un chiostro, l’argine di un fiume, la sala di un palazzo, una biblioteca – è caratterizzato da piccoli elementi scenografici che lo reinterpretano e lo delimitano impercettibilmente.
L’impianto scenico è molto semplice: alcuni personaggi del racconto in questione, debitamente travestiti, abitano tale spazio deputato, immersi totalmente nella loro condizione. Altre presenze, con l’oggetto libro, meno connotate, perpetuano l’atto di leggere la storia rivolte a piccoli gruppi di ascolto, secondo gli incontri che avvengono.
Alcuni musicisti dal vivo suonano in acustico. Il tutto si distribuisce nello spazio come in piccoli focolai che si spengono e si riaccendono, si spostano e si trasformano, in diverse densit. di azione. Nel mentre, si fa pure merenda, con biscotti e succhi trasparenti, continuando a fruire di questo mondo intatto e delicato.
“Barbablù è una fiaba scura. Il superamento del limite e dell’imposizione. È il primo “no”, il coraggio e la sfrontatezza di andare al di là. La protagonista П un’eroina femminile, scaltra, curiosa e reticente a ogni forma di buone maniere e apparenza, disubbidiente Barbablù è quel momento di terrore, panico e seduzione del crescere, diventare autonomi e sempre più vicini al proprio essere. A qualunque età.”

 

This performative installation works around a literary subject that changes every time.

The space can be a square, a wood, a garden, a cluster, the riverside, a room in a palace, a library and is details with small objects and scenographic element that reshape it in an imperceivable way.

The structure is simple: the space is animated by book’s charachters or presences that reads or acts evoking the atmosphere and the story: they are spread all over the place and accompany by live music and food as it they light up points here and there that appear and disappear.

This time Fosca will work on Barbablù, a dark tale on the overcoming of our limits and fears.

  • CreditsTesto: Barbablù Nella trascrizione di Charles Perrault, e nella traduzione di Carlo Collodi
    Ideazione: Caterina Poggesi
    Cura: Cristina Abati, Katiuscia Favilli
    In scena: Cristina Abati, Carlo Salvador, Silvia Sieni
    Contrabbasso: Tobia Fasoli
    Costumi e oggetti: Anna Primi/Crealab
    Produzione: FOSCA
  • InformazioniSABATO 23 SETTEMBRE - H 16
    CAOS Sala Carroponte
    Durata: 60’
    Tariffa: M
  • Linkfosca.net
Share