ECLISSI #1

  • - Informazionisabato 22
    h15:30>19
    Piazzale del CAOS presso Welcome to the new planet di Parasite 2.0
Condividi

Welcome to the new planet di Parasite 2.0!

Eclissi #1 è un’azione creativa collettiva sul tema “come parlare con gli alieni?”

Nell’arco della giornata, con micro interventi di circa 20 minuti si susseguiranno vari artisti.

15.30 > 16.30 Danae Theodoridou : introduzione del giorno
Amici dallo spazio come state? Venite a trovarci se avete tempo. Un invito a sognare gli uni i sogni degli altri. Una performance-lettura che si rivolge agli alieni in lingue diverse, che affronta la nostra incapacità di immaginare scenari sociali e politici nuovi, di ascoltare l’ignoto e abbracciare la diversità, o più semplicemente la nostra incapacità di parlare con gli altri.

> Opera Bianco_ incursioni
Sulla luna portiamo la nostra presenza, semplice e pronta a qualsiasi eventualità.
Diffondiamo in audio, tra i rumori della piazza, 5 piccole interferenze umane. Lingue che ci parlano da un luogo così antico da esserci quasi sconosciuto. Di relazioni umane si sta parlando.

H 16:35 > 16.55 Silvia Costa
Transizioni atmosferiche, sospensioni temporali: parlare attraverso pause, comunicare con gli alieni imparando ad ascoltarli

H 17.05 > 17.25 Menoventi
Affrontiamo il secondo millennio ormai “poveri di fatto, borghesi nel cuore” correndo poco spesso il rischio di esprimere un desiderio

H 17.35 > 17.50 Livia Massarelli & Anna Borini
Due sorelle, due facce diverse della stessa luna. Uno spazio circolare, un ring rituale ma anche intimo rifugio che protegge e limita e che obbliga a soluzioni sempre diverse per coesistere

H 18.00 > 18.30 Andy Field
La science Fiction diviene un esperimento di immaginazione collettiva. Siamo qui radunati per una missione comune verso un posto lontano, insieme sogniamo di macchie solari e razzi spaziali, di colonie interstellari e persone molto diverse da noi. Un racconto di fantascienza in cui tutti noi abbiamo un ruolo.

H 18.40 > 19.10 Cristina Kristal Rizzo
Pensate come dei moduli cangianti, le ULTRAS sleeping dances tendono ad apparire come un’attività pura che si può considerare giocosa, dove la maestria non è semplicemente un’abilità fisica ma é anche una grazia, una potenza che si posa nel clima del mondo, un luogo per attivare una micro politica. La coda nel titolo sleeping dances, vuole indicare la possibilità data a tutti di incantarsi sulla soglia tra un dentro e un fuori, rilassare lo sguardo e contemplare le sensazioni più profonde.

> H 19.15 Stranivari _EsedomaniTerni
Coro LGBTerni, l’arte di cantare con gli alieni.
Il coro Stranivari, diretto dal maestro Paolo Leonardi, nasce all’interno dell’Associazione Esedomani, in particolare per la volontà di Emanuele De Benedetti ed Eleonora Pezza. I brani che presenta sono degli “Inni”, sono il manifesto ideale del gruppo: sono canti di protesta e di liberazione, rappresentano la volontà di riappropriarsi degli spazi e dei diritti, che, in diversi contesti ed in diverse epoche storiche, sono stati trasversalmente negati.

  • Informazionisabato 22
    h15:30>19
    Piazzale del CAOS presso Welcome to the new planet di Parasite 2.0
Share