ECLISSI #2

  • - Informazionidomenica 23h 15:30>19
    Piazza Tacito presso Welcome to the new planet di Parasite 2.0
Condividi

Welcome to the new planet di Parasite 2.0!

Eclissi #2 è un’azione creativa collettiva sul tema “Odissee nello Spazio: come tornare a casa?”

Nell’arco della giornata, con micro interventi di max 30 minuti si susseguiranno vari artisti.

15.30 > 16.10 Graziano Graziani: introduzione del giorno.

Immaginiamo di essere esploratori di ritorno dallo spazio in fase di atterraggio, che negoziano un loro ritorno sulla terra. Cosa vorremmo importare da questi pianeti altri per cambiare il modo in cui viviamo sulla terra? Lo Spazio celeste è per noi spazio immaginario in cui ripensare il paesaggio terrestre, il suo spazio fisico pubblico e privato e il modo in cui lo abitiamo con nuovi riti, nuove funzioni e istituzioni immaginarie. Adottiamo lo spazio extraterrestre come zona franca in cui immaginare soluzioni ai nodi critici del presente, politico e culturale.

16.15 > 16.40 Gruppo Nanou
Manifesto poetico per il futuro. Con leggerezza, non credo nei manifesti. I manifesti fissano qualcosa che dovrebbe continuare a muoversi in avanti. Eppure sento la necessità di fissare per lasciare indietro, per rendere evidente ciò che ormai è assunto. Spero sia capace di generare un imprevisto dialogo perché, per quanto sia leggero questo esercizio, ci sono cose che devono essere affermate con chiarezza.

16.50 > 17.10 Lucia Guarino
Superstite è una riflessione su ciò che rimane dopo una mutazione un cambiamento e si fa carico di una storia che a tratti appare sbiadita o mutilata.  Il frammento ritrovato diviene oggetto comune,  non è una scoria, tutto il contrario … ci riporta a “casa”. Superstite dissottererà il futuro per salvare il presente? 

17.15 > 17.35 Friso Wiersum
Utopie Take away: è possibile conservare rocce lunari in soggiorno? È possibile conquistare il futuro? Vendere l’illusione di poterlo fare è ancora più importante. E ci ricorda che possiamo possedere almeno un futuro, il nostro.

17.40 > 18.00 Fosca
Al canto del lupo è una fiaba per adulti ad occhi chiusi, un rito in cui la modalità intima e privata è rivolta a una collettività. Questo è ciò che vorremmo portare con noi in un’eclissi dalla terra. Le prime fiabe, i primi racconti, prendevano origine intorno a un fuoco. Il fuoco è l’emblema del desiderio, è la fiamma che ci scalda e ci tiene vivi e vicini. In Al canto del Lupo, non porteremo il fuoco, ma il suo desiderio.

18:10 > 18.30 Andrea Abbantangelo & Adia Sykes
Un’esperienza sonora che esplora lo spazio pubblico mettendo in dialogo storia e presente, artificio e realtà. Qual’è il dialogo misterioso che lega questo nuovo Pianeta, il futuro, e il passato della Fontana in disuso?

18.40 > 19.00 Strasse
Invisibile ogni tanto risaltavo. “Potendole immaginare, quali sarebbero le tue ambizioni per il futuro rispetto alla tua pratica artistica?” “Forse, una pratica che abbia la massima accessibilità e si attivi nella massima invisibilità” In qualsiasi punto del globo terrestre ci si trovi, a qualsiasi ora del giorno e della notte, è sempre possibile vedere la luna

 

 

  • Informazionidomenica 23h 15:30>19
    Piazza Tacito presso Welcome to the new planet di Parasite 2.0
Share