ELI KESZLER (USA): ARTIST IN RESIDENCE

  • - CreditsUn progetto di: Eli Keszler, al termine di una residenza al CAOS centro arti opificio siri
    Produzione: Ternifestival
    In collaborazione con Sonic Arts Award
    Con il supporto di: Associazioni Moorroom e SoundEx
  • - InformazioniFree Entrance
    VEN 26 H 19, SAB 27 H dalle 10.00 alle 24.00, DOM 28 dalle 10.00 alle 24.00
    Città
  • - Linkhttp://elikeszler.com/
Condividi

Eli Keszler focalizza la sua ricerca sulla relazione tra installazioni su larga scala, contesto urbano e architettonico e la performance sonora. Ha presentato una serie di lavori negli Stati Uniti e in Europa concepiti sia come istallazioni vere e proprie che come terreno fertile, partitura per composizioni. Questi progetti rompono la relazione tradizionale tra architettura, musica e scrittura mentre esplorano le tensioni tra la stasi della scultura e il tempo lineare della musica.
Usando materiali semplici ed elementari, il suo lavoro sovverte l’elettronica e sposta l’attenzione su metalli, cavi e legno attivati come strumenti e fatti risuonare da congegni meccanici.
Questi suoni grezzi sono intramezzati da strumenti acustici e performance dal vivo, creando un cortocircuito tra la dimensione meccanica e l’energia fisica.
I suoi lavori esplorano inoltre un’altra contraddizione, quella tra la stasi della scultura dotata di un tempo verticale, propria degli edifici di cemento, e la linea dinamica del suono. Oltre al momento compositivo e performativo, l’installazione funziona come una struttura chiusa e come un contesto aperto, un elemento profondamente coinvolgente che resta nello spazio per essere fruito.

Eli Keszler focuses on the interactions between large-scale installation, architectural environments and musical performance. He presented a series of pieces in the US and Europe that act as both stand-alone installations and as ‘fields’ or ‘terrains’ for composition. These projects break down relationships of architecture, music and notation, while exploring the tensions between sculptural stasis and linear musical time.

Using simple, elemental physical materials, his work subverts electronic sound and turns attention to metals, wire and wood that are activated by mechanical systems. These raw sounds intermix with performance and acoustic instruments, causing a clash between mechanical and physical energy

His projects also investigates the idea of sculptural stasis – the vertical and static nature of concrete structures, in contrast with the linear motion inherent in musical time. The installation causes a rupture in the temporal aspect of the performance: beyond the compositional events the installation functions as both a self-contained structure that performance can freely flow out of and an immersive environment which stands as it’s own self supporting structure.

  • CreditsUn progetto di: Eli Keszler, al termine di una residenza al CAOS centro arti opificio siri
    Produzione: Ternifestival
    In collaborazione con Sonic Arts Award
    Con il supporto di: Associazioni Moorroom e SoundEx
  • InformazioniFree Entrance
    VEN 26 H 19, SAB 27 H dalle 10.00 alle 24.00, DOM 28 dalle 10.00 alle 24.00
    Città
  • Linkhttp://elikeszler.com/
Share