FRANCESCA GRILLI (ITA)
The Forgetting of Air 

  • - CreditsCreazione artistica: Francesca Grilli
    Assistente di produzione: Livia Andrea Piazza
    Scenografia: Paola Villani
    Con: Hassanein Ali Al Zubaidi, Ahmed Tanbouz, Moustapha Drame, Mamina Sanyang
    Training voce: Alessandra Bordiga
    Training performer: Benno Steinegger
    Coproduzione: Teatro Stabile dell’Umbria/Terni Festival,
    Contemporanea Festival/Teatro Metastasio, T-Theatre
    Con il sostegno di: MAXXI Museo Nazionale delle arti del XXI secolo
    Kunstencentrum Vooruit, Studio Grilli
    Grazie a: Victoria Deluxe, Albert Hera 
  • - InformazioniSABATO 17 SETTEMBRE H 19>20
    DOMENICA 18 SETTEMBRE H 18>19
    PALAZZO DI PRIMAVERA
    TARIFFA 6€
  • - Link www.francescagrilli.com
Condividi

The Forgetting of Air è una performance che indaga l’abilità di vedere nell’oscurità ciò che, come le lucciole di Pasolini, appare nonostante tutto. Partendo da una ricerca sulle figure ai margini della società, il lavoro trova nell’idea di aria come territorio di scambio di Irigaray, il terreno per una riflessione sui processi di migrazione contemporanei. I performer, che hanno lasciato il loro paese, a volte rischiando la vita in mare, condividono con il pubblico il respiro come flusso di significato e presenza. La prossimità e la distanza in uno spazio carico di aria, evidenziata dalla presenza di vapore e da un tempo segnato dal loro respirare e dalle sue potenziali interruzioni, contiene una presenza che rimane, risuona e condivide con noi la stessa aria.

 

The Forgetting of Air is a performance on the ability to see in the darkness what appears in spite of everything, like Pasolini’s fireflies. Starting from a research around the figures at the margins of society, the work grounds in the idea of air as territory of exchange according to Irigaray’s reflection on the contemporary migration processes. The performers, who left their countries risking in some cases their own lives, while breathing share the air with the audience in a stream of meaning and presence. In a space marked by air and time, charged with steam and punctuated by the performers’ breath and its potential interruptions, proximity and distance contain a presence that remains, echoes and shares the air with us.

 

  • CreditsCreazione artistica: Francesca Grilli
    Assistente di produzione: Livia Andrea Piazza
    Scenografia: Paola Villani
    Con: Hassanein Ali Al Zubaidi, Ahmed Tanbouz, Moustapha Drame, Mamina Sanyang
    Training voce: Alessandra Bordiga
    Training performer: Benno Steinegger
    Coproduzione: Teatro Stabile dell’Umbria/Terni Festival,
    Contemporanea Festival/Teatro Metastasio, T-Theatre
    Con il sostegno di: MAXXI Museo Nazionale delle arti del XXI secolo
    Kunstencentrum Vooruit, Studio Grilli
    Grazie a: Victoria Deluxe, Albert Hera 
  • InformazioniSABATO 17 SETTEMBRE H 19>20
    DOMENICA 18 SETTEMBRE H 18>19
    PALAZZO DI PRIMAVERA
    TARIFFA 6€
  • Link www.francescagrilli.com
Share