LOTTE VAN DEN BERG & DEFLORIAN/TAGLIARINI (NL/IT)
CINÉMA IMAGINAIRE

  • - CreditsProgetto e regia: Lotte van den Berg
    Drammaturgia: Sodja Lotker
    Guide: Daria Deflorian e Antonio Tagliarini
    Assistente di produzione: Martina Ruggeri
    Una produzione: Triennale Teatro dell’Arte, Short Theatre, Teatro Stabile dell’Umbria/Terni Festival in collaborazione con Third Space
    Grazie a: Laboratorio blob.lgc
    Foto: Kris Dewitte
  • - InformazioniGIOVEDÌ 21 SETTEMBRE - H 17>18.30
    VENERDÌ 22 SETTEMBRE - H 17>18.30
    SABATO 23 SETTEMBRE - H 17>18.30
    CITTÀ + Sala Laura
    Durata: 150’
    Tariffa: M
    Spettacolo itinerante: si consiglia un abbigliamento comodo
    Prenotazione consigliata
  • - Linklottevandenberg.nu
  • - Link 2defloriantagliarini.eu
Condividi

Cinéma Imaginaire è una performance site-specific che viene creata dalla mente di ogni singolo spettatore. La versione italiana del progetto nasce dall’incontro artistico tra il duo Deflorian/Tagliarini, vincitore di importanti premi in Italia e all’estero, e la pluripremiata regista olandese Lotte van den Berg, una delle più importanti artiste della nuova scena europea.
I partecipanti di Cinéma Imaginaire saranno invitati a “girare” il proprio film attraverso il proprio sguardo e, grazie a delle precise istruzioni, potranno immaginare le cinque scene che lo andranno a comporre. Questo percorso si trasformerà in un’occasione per guardare in modo nuovo un paesaggio urbano apparentemente scontato e familiare.

Il progetto è un invito a vivere la città (e la realtà) in modo non ordinario, a cercare nuove prospettive. Improvvisamente, senza che nessuno se ne accorga, la realtà diventa finzione. Non importa se in questa città sei nato, ci hai vissuto per anni o ci sei appena arrivato, Cinéma Imaginaire può mostrarti Terni in un modo completamente diverso. Perché come ha detto l’artista olandese “per creare immagini forti non c’è bisogno di attori, registi e scenografie. Basta solo il coraggio di guardare.”

Lotte van den Berg è una regista olandese. Studia regia presso l’Amsterdam School of the Arts. Dopo il diploma inizia a collaborare con diversi teatri olandesi e fiamminghi. Dal 2005 al 2009 lavora per il teatro Toneelhuis ad Antwerp. Nel 2009 crea la compagnia OMSK, che dal 2012 ha base a Utrecht. Collabora con attori professionisti e non, le sue creazioni possono essere sia site-specific che destinate a teatri. Cinéma Imaginaire, con Tagliarini/Deflorian, Building Conversation, ideato insieme a Daan’t Sas, Agoraphobia, Les spectateurs, Mapping the unknown, Wasteland sono alcuni dei suoi lavori. Nel 2015 fonda Stichting Third Space, con cui produce i suoi lavori. I suoi progetti spaziano tra il teatro, la danza, il cinema e le arti visive, dando vita a uno stile personale e in costante evoluzione. Gli spettacoli di Lotte van den Berg vengono programmati in importanti festival e teatri in Europa, America e Africa. Ha ricevuto numerosi premi, tra cui l’Erik Vos Prize e il Charlotte Kohler Prize.

Daria Deflorian e Antonio Tagliarini sono autori, registi e performer. Dal 2008 hanno dato vita a una serie di progetti, spettacoli e opere site-specific. Il primo lavoro nato da questa collaborazione è Rewind, omaggio a Cafè Müller di Pina Bausch (2008). Insieme creano poi From a to d and back again (2009), czeczy/cose (2011), Reality (2012), lavoro per il quale Daria Deflorian ha ricevuto il Premio Ubu 2012 come miglior attrice protagonista, Ce ne andiamo per non darvi altre preoccupazioni (2013), nato dalla collaborazione con Monica Piseddu e Valentino Villa e vincitore del Premio Ubu 2014 come novità italiana e del Premio della critica 2016 come miglior spettacolo straniero in Quebec. Tre dei loro testi sono stati raccolti nel volume Trilogia dell’invisibile (Titivillus, 2014). Tra settembre e ottobre 2015 presentano Ce ne andiamo per non darvi altre preoccupazioni e Reality al Festival d’Automne di Parigi, prima tappa di una tournée internazionale in Francia, Svizzera, Germania e Canada. Nello stesso periodo realizzano due creazioni site-specific: Il posto (2014), a Milano per la casa museo Boschi Di Stefano, e Quando non so cosa fare cosa faccio (2015), lungo le strade di un quartiere di Roma. Nel 2016 debuttano a Losanna con Il cielo non è un fondale, in collaborazione con Francesco Alberici e Monica Demuru, spettacolo che ha ottenuto un grande successo in Italia e all’estero.

Cinéma Imaginaire is a site-specific performance created by the mind of every individual spectator. The Italian version of the project is the product of the artistic encounter between the duo Deflorian/Tagliarini, winner of prestigious awards in Italy and abroad, and the Dutch director Lotte van den Berg, one of the most influential artists of the new European scene.

The participants of Cinéma Imaginaire will be invited to ‘shoot’ their own film through their own eyes and, thanks to precise instructions, will be able to imagine the five scenes which will compose it. This process will turn into an opportunity to look in a fresh way at the urban landscape, which often seems too familiar and is taken for granted.

The project is an invitation to experience the city (and reality) in unusual ways and to find new perspectives. Suddenly, without anybody noticing, reality becomes fiction. It doesn’t matter if you were born in this city, if you have lived here for years or you have just moved; Cinéma Imaginaire can show you Terni in a completely different light. Because, as Lotte van den Berg says, ‘to create strong images you don’t need actors, directors and sets. You simply need to be brave enough to look’.

 

Lotte van den Berg is a Dutch director. She studied directing at the Amsterdam School of the Arts. After graduating, she began collaborating with different Dutch and Flemish theatres. From 2005 to 2009 she worked for the Toneelhuis theatre in Antwerp. In 2009 she created the company OMSK which since 2012 is based in Utrecht. She has been collaborating with professional and amateur actors while her productions can either be site-specific or destined for theatres. Her project include Cinéma Imaginaire (2017), with Deflorian/Tagliarini, Building Conversation (2013) conceived together with Daan’t Sas, Agoraphobia, Les spectateurs, Mapping the unknown, Wasteland. In 2015 she founded Stichting Third Space with which she produces works that move across theatre, dance, cinema and the visual arts giving life to her own personal, constantly evolving style. Lotte van den Berg’s pieces are performed in important theatres and festivals in Europe, America and Africa. She has received numerous awards including the Erik Vos Prize and the Charlotte Kohler Prize.

Daria Deflorian and Antonio Tagliarini are two performers, writer and directors who, alongside their own personal works, have embarked on an intense and regular collaboration since 2008.Their first such collaborative work was Rewind, A Tribute to Café Muller by Pina Bausch created in 2008. In 2009 they co-wrote, directed and acted in their own production called From A to D and back again while since then they have worked on czeczy/cose (2011), Reality (2012) for which Daria Deflorian received the Premio Ubu 2012 for Best Leading Actress, Ce ne andiamo per non darvi altre preoccupazioni (2013), co-created by Monica Piseddu and Valentino Villa.  This play won the Ubu Award 2014 for Best New Italian Dramaturgical Research as well as the Critic’s Award in Quebec for Best Foreign Play. Three of their texts were published by Titivillus 2014 in one edition called Trilogia dellinvisibile. In Autumn 2015 Daria and Antonio presented both Ce ne andiamo per non darvi altre preoccupazioni and Reality at the Festival d’Automne in Paris. This also marked the beginning of an international tour through France, Swiss, Germany and Canada. During the same period they created two site-specific pieces, Il posto (2014) for the Milanese museum house Boschi Di Stefano, and Quando non so cosa fare cosa faccio (2015) performed along the streets of Rome. In 2016 Il cielo non è un fondale made its debut at Losanna, a piece created in collaboration with Francesco Alberici and Monica Demuru which received great success in Italy and abroad.

 

 

INSITU BFINESTATE_LOGO

  • CreditsProgetto e regia: Lotte van den Berg
    Drammaturgia: Sodja Lotker
    Guide: Daria Deflorian e Antonio Tagliarini
    Assistente di produzione: Martina Ruggeri
    Una produzione: Triennale Teatro dell’Arte, Short Theatre, Teatro Stabile dell’Umbria/Terni Festival in collaborazione con Third Space
    Grazie a: Laboratorio blob.lgc
    Foto: Kris Dewitte
  • InformazioniGIOVEDÌ 21 SETTEMBRE - H 17>18.30
    VENERDÌ 22 SETTEMBRE - H 17>18.30
    SABATO 23 SETTEMBRE - H 17>18.30
    CITTÀ + Sala Laura
    Durata: 150’
    Tariffa: M
    Spettacolo itinerante: si consiglia un abbigliamento comodo
    Prenotazione consigliata
  • Linklottevandenberg.nu
  • Link 2defloriantagliarini.eu
Share