SALVO LOMBARDO (ITA)
Casual Bystanders

  • - Credits Ideazione, coreografia e regia: Salvo Lombardo
    Con: Lucia Cammalleri, Daria Greco, Salvo Lombardo
    Disegno luci e video: Luca Brinchi e Maria Elena Fusacchia
    Su musica di: Luc Ferrari
    Sovrapposizioni sonore: Salvo Lombardo
    Disegno del suono: Fabrizio Alviti
    Coproduzione: Fabbrica Europa, CapoTrave/Kilowatt, Festival Oriente Occidente, Progetto Goldstein, Pierfrancesco Pisani
    Con il contributo di: Anghiari Dance Hub
    E di: Inteatro Festival_Polverigi; CID Cantieri/Oriente Occidente_Rovereto; DiD Studio/Danae Festival_Milano; Teatro Spazio Electa/ACS Abruzzo_Teramo; Villaggio d’Artista_Verbania; Verdecoprente Residenze_Umbria; Centro di Palmetta_Terni; [Non] Museo_Cesena
    Distribuzione: Elena Lamberti per Karamazov Associati
    Progetto vincitore del bando CID Cantieri 2016 e del bando Anghiari Dance Hub 2015
    Progetto selezionato Movin’Up_GAI; Secondo classificato Premio Arte nel Giardino di Irene 2015_Ass. Irene Brin | GNAM;
    Selezionato Artefatto10_Reset | GAI -Civico Museo Schmidl, Trieste
    Durata: 50 minuti
  • - InformazioniVENERDI 23 SETTEMBRE /H 22 / CAOS/STUDIO 1
    Tariffa 8€
Condividi

Casual bystanders è la riconfigurazione coreografica di un corpus di gesti non straordinari ricavati da frammenti cinetici, motori, gestuali e verbali di passanti occasionali in luoghi pubblici e che Salvo Lombardo, tra il 2014 e il 2015, ha incorporato e poi trascritto su una serie di taccuini numerati progressivamente, che compongono il suo archivio dell’esperienza; dal procedimento mimetico alla trasfigurazione del gesto semplice; tra le rovine del movimento e del suono, nel sedimento di qualcosa che è già-stato, per esperire un corpo-presente.

Casual bystanders is based on a choreographic pattern representing a corpus of gestures “not-extraordinary” proceeding from kinetic and verbal fragments of the casual bystanders, common people observed in public places. Salvo Lombardo, between the 2014 and 2015, has been observing and writing into a series of notebooks progressively numbered, which compose his personal catalogue. The work attempt a transcription of a number of sensitive experiences on the “ruins” of movement and sound, looking for a present-body.

 

  • Credits Ideazione, coreografia e regia: Salvo Lombardo
    Con: Lucia Cammalleri, Daria Greco, Salvo Lombardo
    Disegno luci e video: Luca Brinchi e Maria Elena Fusacchia
    Su musica di: Luc Ferrari
    Sovrapposizioni sonore: Salvo Lombardo
    Disegno del suono: Fabrizio Alviti
    Coproduzione: Fabbrica Europa, CapoTrave/Kilowatt, Festival Oriente Occidente, Progetto Goldstein, Pierfrancesco Pisani
    Con il contributo di: Anghiari Dance Hub
    E di: Inteatro Festival_Polverigi; CID Cantieri/Oriente Occidente_Rovereto; DiD Studio/Danae Festival_Milano; Teatro Spazio Electa/ACS Abruzzo_Teramo; Villaggio d’Artista_Verbania; Verdecoprente Residenze_Umbria; Centro di Palmetta_Terni; [Non] Museo_Cesena
    Distribuzione: Elena Lamberti per Karamazov Associati
    Progetto vincitore del bando CID Cantieri 2016 e del bando Anghiari Dance Hub 2015
    Progetto selezionato Movin’Up_GAI; Secondo classificato Premio Arte nel Giardino di Irene 2015_Ass. Irene Brin | GNAM;
    Selezionato Artefatto10_Reset | GAI -Civico Museo Schmidl, Trieste
    Durata: 50 minuti
  • InformazioniVENERDI 23 SETTEMBRE /H 22 / CAOS/STUDIO 1
    Tariffa 8€
Share