TRICKSTERᴾ (CH)
B /Percorso sonoro a stanze attorno alla fiaba di Biancaneve

  • - CreditsConcetto e realizzazione: Cristina Galbiati e Ilija Luginbühl
    Dramaturg: Simona Gonella
    Design: Mike Brookes, Trickster-p
    Spazio sonoro: Luis Fernandez,
    Trickster-p
    Musiche originali: Luis Fernandez
    Editing: Davide Perucconi
    Con la partecipazione di: Lorenzo Bianchi
    Stagista: Francesco Panzeri
    Co-produzione: Trickster-p / Migros-Kulturprozent / Teatro Sociale Bellinzona / Theater Chur / far° festival des arts vivants, Nyon / Schlachthaus Theater Bern / TAK Theater Liechtenstein, Schaan
    Con il sostegno del Fondo culturale della Société Suisse des Auteurs (SSA)
    Durata: dai 30 ai 50 minuti
    Foto © Tricksterᴾ
  • - InformazioniSABATO 26/DOMENICA 27 SETTEMBRE
    CAOS/TEATRO SECCI
    H 19.00>22.30
    TARIFFA:
    Intero € 8.00
    Ridotto € 5.00
  • - Linkwww.trickster-p.ch
Condividi

Seconda tappa di una trilogia dedicata alla fiaba, B nasce come rilettura di Biancaneve e si sviluppa come un’installazione a stanze in cui lo spettatore è invitato a percorrere lo spazio in solitudine accompagnato da auricolari. Come in un sogno ricorrente dai contorni indefiniti, Biancaneve vive in una sorta di mondo sospeso in cui la morte è un contrappunto sempre presente, un mondo in bilico tra due opposti: vita/morte, lusso/povertà, immacolato/impuro sono i binomi su cui si innesta tutto l’impianto narrativo. La rilettura operata da Tricksterᴾ è un viaggio attraverso gli aspetti più intimi e reconditi della fiaba stessa che crei passaggi condivisi – e condivisibili – in cui ogni singolo spettatore possa interagire attraverso il proprio personale immaginario toccando in modo relativo i temi del segreto, del vuoto e del silenzio che regolano l’universo della storia. Ben lontana dalle pin up dei nostri giorni, Biancaneve ha qualcosa di diafano, un corpo perfetto, ma già cadavere predestinato. Ma è precisamente in questa sua disperata perfezione, in questa sua silenziosa immobilità, che è – e resta – una fiaba di una modernità disarmante.

Nato dall’incontro di Cristina Galbiati e Ilija Luginbühl, Tricksterᴾ è un progetto di ricerca artistica che si muove in un territorio di confine e contaminazione tra diversi linguaggi. Nel corso degli anni lo spettatore diviene uno dei principali nuclei d’interesse del progetto: la riflessione sulle implicazioni del destinatario nel concetto dell’opera e sul significato dell’essere spettatore nella nostra contemporaneità, sono costanti ricorrenti che accomunano i diversi lavori di Tricksterᴾ. La poetica di Cristina Galbiati e Ilija Luginbühl predilige un’estetica fortemente essenziale che si allontana dal livello narrativo per immergersi nel livello immaginifico ed evocativo. A tutt’oggi i lavori di Tricksterᴾ sono stati presentati in Europa, Asia, Australia, America del nord e America del sud.

B, the second episode of a trilogy dedicated to fairy tales, has been created as a rereading of the classic fairy tale Snow White and developed as a room by room installation in which the spectator is invited to travel through the spaces in solitude accompanied with headphones.
As in a recurring dream with undefined borders, Snow White lives in a kind of suspended world in which death is an ever present counterpoint, a dimension that
is constantly in balance between two opposites: binomials upon which the narrative framework is grafted. The rereading created by Trickster-p is a sort of trip through the most intimate and hidden aspects of the fairy tale itself. These create shared and shareable steps in which each singular spectator can interact through their own personal imagery.
Far from the pin ups of our days, Snow White has something diaphanous about her. She is a perfect body, but already a predestined corpse. But it is precisely in her desperate perfection, in her silent immobility that the fairy tale is – and remains – one of disarming modernity.

TricksterP was born from the collaboration between Cristina Galbiati and Ilija Luginbühl which moves in between the borders of contamination of different languages.
Over the years the emphasis on the relation of the audience to the art work and the ever-evolving definition of being a spectator in today’s times have now become recurrent elements of Trickster’s works.
Cristina Galbiati and Ilija Luginbühl’s poetic is characterized by an essential aesthetic which recedes from the narrative structure and dives into an imaginative and evocative world.
To date, TricksterP’s works have been presented extensively in Europe, Asia, Australia, North and South America.

  • CreditsConcetto e realizzazione: Cristina Galbiati e Ilija Luginbühl
    Dramaturg: Simona Gonella
    Design: Mike Brookes, Trickster-p
    Spazio sonoro: Luis Fernandez,
    Trickster-p
    Musiche originali: Luis Fernandez
    Editing: Davide Perucconi
    Con la partecipazione di: Lorenzo Bianchi
    Stagista: Francesco Panzeri
    Co-produzione: Trickster-p / Migros-Kulturprozent / Teatro Sociale Bellinzona / Theater Chur / far° festival des arts vivants, Nyon / Schlachthaus Theater Bern / TAK Theater Liechtenstein, Schaan
    Con il sostegno del Fondo culturale della Société Suisse des Auteurs (SSA)
    Durata: dai 30 ai 50 minuti
    Foto © Tricksterᴾ
  • InformazioniSABATO 26/DOMENICA 27 SETTEMBRE
    CAOS/TEATRO SECCI
    H 19.00>22.30
    TARIFFA:
    Intero € 8.00
    Ridotto € 5.00
  • Linkwww.trickster-p.ch
Share